Primo Piano
 
 

I bambini invisibili dell'Etiopia: l'impegno dell'AICS per garantire il diritto all'identità




L'ottenimento della Carta d'Identità è una pratica che spesso viene data per scontata. La registrazione di una nascita è il primo passo per il riconoscimento di un individuo nell'ambito di una società, permettendogli di accedere ai servizi di base fondamentali e proteggendolo da abusi e violenze. Inoltre, la registrazione delle nascite, sottraendo gli individui all'anonimato e all'invisibilità, è da considerarsi elemento essenziale per porre le basi di un'efficace pianificazione delle politiche e di strategie di buon governo.

In Etiopia, tuttavia, secondo dati UNICEF, ad oggi solo il 7% dei bambini è registrato all'anagrafe su scala nazionale. La situazione è ancora più grave se si prendono in considerazione alcune regioni specifiche del Paese, come ad esempio l'Oromia, dove solo il 2% dei bambini appena nati viene registrato dalle famiglie.

E' in questo contesto che l'Italia ha deciso di intervenire, tramite l'iniziativa per il "Miglioramento del Sistema delle Registrazioni Civili per il Diritto dei Minori all'Identità: Identification for Development", proposto ed eseguito da UNICEF, finanziato dall'AICS di Addis Abeba e realizzato da VERA SNNPR e VERA Oromia, gli organismi regionali responsabili delle registrazioni civili.

L'iniziativa beneficerà 1 milione di bambini etiopi, con l'obiettivo di rendere più sicure le loro vite e proteggere i loro diritti. In primo luogo, si miglioreranno le capacità tecniche delle istituzioni nel condurre e coordinare efficacemente le registrazioni anagrafiche. Sarà creato, inoltre, un sistema digitale di gestione dei dati e delle informazioni per le registrazioni anagrafiche. Infine, si rafforzerà la collaborazione tra le istituzioni e il monitoraggio delle registrazioni, grazie alla creazione di gruppi di coordinamento e alla formazione del personale sanitario in questo campo.

L'iniziativa per le registrazioni delle nascite in Oromia è stata inaugurata il 22 agosto alla presenza della Direttrice della Sede AICS di Addis Abeba, Ginevra Letizia, e di Gillian Mellsop, Rappresentante UNICEF per l'Etiopia.

Nell'occasione, la Direttrice Letizia ha dichiarato: "L'Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo crede fermamente nella protezione del diritto all'identità dei bambini, attraverso il miglioramento del sistema delle Registrazioni Civili. Con quest'attività, l'AICS punta a proteggere i minori da violenze e abusi e garantire loro i servizi di base. I bambini sono il futuro e, rafforzando i loro diritti, l'Italia giocherà un ruolo essenziale per lo sviluppo dell'Etiopia e per trasformare un problema in un'opportunità di crescita e miglioramento sociale.



 



Copyright © 2015 itacaddis.org. All rights reserved.