Dove Lavoriamo - Sud Sudan
 
 

View Larger Map
Le Iniziative di Cooperazione in corso di realizzazione nel paese:

La Cooperazione italiana opera in Sud Sudan principalmente attraverso l’azione delle ONG italiane (con fondi emergenza nell’ambito dei quali le ONG agiscono come ente esecutore, o erogando contributi a programmi promossi dalle stesse ONG) e di organismi multilaterali, principalmente sul canale dell’emergenza.

In dettaglio (Iniziative in corso o gia’ approvate e di prossimo avvio)    
                     
Emergenza Multilaterale


Su questo canale sono stati erogati:

 1 M Euro all’UNICEF per progetti a favore della nutrizione e della salute materno-infantile per gli sfollati, sia all’interno che all’esterno dei Protection of Civilians (PoC) di Unity, Upper Nile e Jonglei States.
750.000 Euro a favore del WFP per assistenza alimentare alle popolazioni colpite dal conflitto.
750.000 Euro a favore dell’UNHCR per ridurre il rischio di violenza verso la popolazione sfollata più vulnerabile, rafforzando la protezione degli IDPs degli Stati del Jonglei, Unity e Lakes.

Ordinario Multilaterale

1.600.000 Euro a UNOPS che attraverso si avvale di due ONG italiane: AISPO e CUAMM per il sostegno agli Ospedali di Rumbek e Yirol nello Stato dei Lakes con particolare focus sulla salute materno-infantile.

Emergenza Bilaterale

Nel quadro della Prima Iniziativa di Emergenza sono stati finanziati due progetti sanitari a favore degli IDPs a Mingkaman e a Rumbek Nord, entrambi nella regione dei Laghi,   affidati alle  ONG CUAMM e CCM per un totale di 596. 1964 Euro. E’ appena iniziata una seconda fase dell’Iniziativa per un valore di 1 M di Euro, che comprende quattro progetti implementati dalle ONG italiane: CCM (salute), ACAV (acqua), INTERSOS e OVCI (Protezione categorie vulnerabili tra gli sfollati). L’inizio delle attività è previsto a febbraio /marzo 2015. E’ già in programmazione una terza fase per metà 2015.                       
                     

Progetti Promossi

Il totale dei progetti promossi delle ONG, approvati per il Sud Sudan e’ di 5.153.805.
Nel Primo Bando sono stati approvati gli interventi presentati dalle ONG AMREF, AISPO e AVSI per un totale di 2.776.800 Euro. Tali interventi, di durata triennale, sono a sostegno del settore sanitario attraverso la formazione del personale sanitario per le cure di base e specialistiche (AMREF nella contes di Maridi, Western Equatoria),  per il rafforzamento dei servizi di salute materno-infantile (AISPO presso l’ospedale comboniano di Wau, Western Bahr El Ghazal). Il terzo intervento realizzato dall’ONG AVSI riguarda l’educazione nelle scuole di primo e secondo grado a Torit (Eastern Equatoria).
Il Secondo Bando ha approvato gli interventi presentati dalle ONG CBM e CUAMM per un totale di 2.377.000 Euro. Le due iniziative prevedono rispettivamente un supporto specialistico alle cure delle malattie oculistiche presso il Buluk Eye Center di Juba (Central Equatoria) e il rafforzamento dei servizi sanitari per la salute materno infantile e delle tre patologie HIV, Malaria nelle Contee di Yirol e Mundri East dello Stato dei Lakes.



 



Copyright © 2015 itacaddis.org. All rights reserved.